Coach e Consulenti: quale la differenza?

coach consulenti business coaching mentoring

Nell’ambito del business, coach e consulenti, offrono un’opportunità unica. La maggior parte degli imprenditori hanno in comune un elemento: sono visionari che si sentono a proprio agio nel scommettere su se stessi.

Al loro interno, hanno la fiducia di poter fare ciò che gli altri non possono fare, di poter risolvere problemi che altri non possono, ed è questo che guida il loro spirito imprenditoriale.

Ma ammettiamolo: siamo anche arrivati ​​tutti al punto in cui ci rendiamo conto di non essere attrezzati per risolvere un problema. Nonostante i miei migliori sforzi, nella mia attività imprenditoriale, devo ancora trovare abbastanza ore al giorno per diventare un esperto in tutto. È per questo che non sono un commercialista, un pilota di caccia o un breakdancer nel mio tempo libero… (per ora!).

E così, quando siamo alla ricerca di risposte, spesso ci rivolgiamo a coach o consulenti per fornire quel supporto specializzato. Ma ecco il problema: quanti coach o consulenti abbiamo assunto che non erano così… utili? 

Il problema che la maggior parte dei titolari ha quando si tratta di assumere coach o consulenti, è trovare quello giusto da assumere. È come dover scegliere un medico specialista quando non sei nemmeno sicuro al 100% di quale sia la tua diagnosi. E questo può portare a molta frustrazione e spreco di risorse. 

Quindi entriamo in alcuni suggerimenti per aiutarti a decidere chi dovresti assumere.

Qual è la differenza tra Business Coach e Consulenti?

Immagino che tu abbia già familiarità con i ruoli che coach e consulenti possono svolgere, ma in un’economia dinamica, le persone hanno cercato di diventare un po’ troppo intelligenti con le loro definizioni di ciascuno. Quindi assicuriamoci di operare nello stesso insieme di definizioni.

Sia un coach che un consulente si concentrano sull’aiutarti a risolvere i problemi nella tua attività. La differenza sta nel loro approccio.

Un business coach adotta l’approccio per migliorarti come leader della tua attività Un consulente aziendale adotta un approccio pratico più specializzato, fornendo soluzioni specifiche per la tua stessa attività .

In altre parole possiamo indicare questo modello: il coaching è “fatto con te”, la consulenza è “fatta per te”. Abbastanza semplice?

Ottimo, concentriamoci su quale opzione è più adatta ai tuoi obiettivi. E sì, ci sono quelli che si trovano a cavallo di quella definizione, ma procediamo comunque con questo modello per motivi di chiarezza. 

Un Business Coach è quello che fa per te?


Cominciamo con il business coach: l’approccio “fatto con te”.

Uno dei maggiori punti deboli che molti proprietari di PMI devono affrontare è che spesso hanno una migliore presa su ciò che fa la loro attività piuttosto che su come far funzionare la loro attività. Ciò rappresenta una sfida particolare poiché la tua azienda è strutturata e la tua attenzione deve spostarsi dalla semplice esecuzione (fare le torte, ad esempio) alle operazioni (assumere personale per cuocere le torte) alla strategia (dovremmo espandere la nostra offerta e le nostre sedi? dovremmo vendere le torte online?)

competenze-manageriali

È a questo punto che molti imprenditori iniziano a sentirsi fuori dalla loro realtà di mercato (almeno in un modo nuovo). Lo sviluppo e l’esecuzione di una strategia di crescita non richiede sempre lo stesso insieme di competenze ed esperienza che hai maturato costruendo il business.

Questo è l’imprenditore che trarrebbe maggior beneficio da un business coach, perché può fornire la guida e il supporto di cui c’è bisogno per essere un leader di successo.

Trasformare grandi imprenditori in grandi leader

In modo analogo al modo in cui assumi un contabile per gestire le tue tasse, un buon business coach comprende l’ambiente difficile che deriva dalla gestione di un’azienda in crescita. 

Quello che personalmente mi piace del coaching aziendale è che non è una conversazione unilaterale, ma una collaborazione tra l’esperienza del proprietario ed il coach.

Di conseguenza, se fossi il tuo coach, non sarei lì per parlarti dei tuoi affari, ovvero insegnarti come fare il tuo lavoro. Sono lì per aiutare a far recuperare le tue esperienze e quindi far emergere le intuizioni per trasformarle in visioni.

Leader-vs-Manager

I business coach trovano soluzioni chiedendo, non dicendo.

Ora, non fraintendermi. Il business coaching non è una serie di sessioni terapeutiche su un comodo divano in cui esplori tutti i tuoi sentimenti sulla vita. Stai portando qualcuno al tavolo la cui esperienza e intuizione possono colmare il divario tra dove sei e dove vuoi finire.

I coach usano la loro esperienza nello sviluppo del business e nella leadership come una puleggia: se applicata al peso che stai cercando di sollevare, lo rende più leggero. Le sfide che stai affrontando non scompaiono, lo sviluppo di competenze trasversali, la tua nuova forza di leader, ti equipaggia per superarle.

Quando dovresti assumere un consulente?

Mentre un business coach è più concentrato nel fornire una guida, un consulente aziendale fornisce soluzioni specifiche alle tue sfide specifiche. Pensa a un consulente come a un esperto in materia “con le maniche arrotolate”. 

Esistono diversi consulenti per le diverse esigenze che un’azienda potrebbe avere: vendite, marketing, risorse umane, produzione. Se hai bisogno di uno specialista, non dovrai cercare troppo lontano per trovarne uno per qualsiasi aspetto della tua attività.

A questo punto, potresti chiederti: “Anche gli allenatori aiutano con queste cose. Dimmi perché dovrei invece avere bisogno di un consulente?”

Concettualmente, la differenza fondamentale sta in ciò su cui ogni praticante sta lavorando. 

Un coach lavora per migliorarti, un consulente lavora direttamente sulla tua attività.

Ma qui ci sono alcuni altri motivi per cui potresti volere un consulente.

consulente-aziendale

Vantaggi di assumere un consulente

  1. Sei libero di concentrarti su altre attività.
    Anche se non sarai, o non dovresti essere, totalmente in disparte con il tuo consulente, portarne uno ti aiuterà a liberarti dal carico mentale di provare a sviluppare e implementare soluzioni da solo. Probabilmente spendi meglio il tuo tempo concentrandoti su altri compiti che richiedono la tua attenzione. Un consulente fornisce una copertura affidabile per un’esigenza in modo che tu possa continuare a “le ruote sui binari” mentre fai avanzare la tua attività.
  1. Riempi la tua lacuna di conoscenza senza dover diventare l’esperto.
    Ovviamente, conosci i tuoi affari. Ma un consulente potrebbe essere una considerazione utile quando c’è una lacuna di conoscenza nella tua capacità (o nella capacità del tuo personale) di risolvere un tipo specifico di problema. Poiché hanno lavorato in una varietà di settori e aziende, potrebbero avere il punto di vista oggettivo di cui hai bisogno per sbloccarti.
  1. Potresti ottenere risultati migliori in meno tempo.
    Vedo spesso che i proprietari di aziende si mettono a modo loro perché hanno evitato di coinvolgere una terza parte, per qualsiasi motivo (spesso valido), come essere bruciati da consulenti inefficaci e troppo cari in passato. Ma quando trovi il consulente giusto , ottieni il valore di inserire le loro conoscenze specializzate direttamente nella tua attività, il che può farti risparmiare tempo e denaro.

Quale dovrei assumere? Coach e Consulenti

La verità di base qui è che entrambi forniscono un diverso tipo di valore, e sono fermamente convinto che in un mondo perfetto, ogni azienda avrebbe entrambi. La combinazione di chiarezza nella tua visione a lungo termine e competenza nella tua strategia a breve termine è potente.

Detto questo, se stai cercando di assumere un coach o un consulente, ecco cosa suggerirei.

Assumi un coach se…
Un coach è probabilmente più adatto se hai bisogno di aiuto in un’area che supervisionerai a lungo termine. In questo tipo di area, la capacità di un coach di sviluppare la tua visione e le tue capacità di leadership può rivelarsi inestimabile. La loro intuizione non solo avrà un impatto su di te ora, ma ti preparerà meglio per una crescita a lungo termine. Agendo sulle tue competenze e non sulle tue conoscenze ti fornisce gli strumenti per poter gestire in autonomia diverse e future esigenze.

Assumi un consulente se…
Prendi in considerazione l’idea di coinvolgere un consulente quando hai bisogno dell’esperienza di qualcuno applicata a una situazione specifica. Sono intesi come supporto ausiliario per il tuo team esistente, fornendo supporto temporaneo per colmare una lacuna nelle tue capacità. Questo può coprire qualsiasi cosa, dalle vendite e marketing alle risorse umane fino a fornitori specifici del settore.

E se avessi bisogno di entrambi?
In alcune aziende, hai entrambe le esigenze. Hai bisogno di supporto e guida per crescere come leader aziendale , ma hai anche sfide specifiche all’interno della tua azienda.

Hai bisogno sia della guida riflessiva che dell’esperienza aziendale. Approfondimento prodotto da domande abbinate a soluzioni formate da risposte.

Esistono programmi che combinano il meglio di entrambi per soddisfare le tue esigenze sotto lo stesso tetto. Uno di questi potrebbe essere la soluzione migliore per te se l’elemento di consulenza si adatta all’esigenza che stai cercando di soddisfare.

Se desideri maggiori informazioni sul Coaching e sulla Consulenza Aziendale, sarò lieto di approfondire l’argomento con te.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.