Articoli

Comunicazione Interfunzionale

comunicazione interfunzionale
Il corso si propone di illustrare i processi e le tecniche volte a favorire lo sviluppo di un clima comunicativo e collaborativo che incentivi il lavoro di squadra finalizzato al raggiungimento degli obiettivi aziendali.

Durata

32 ore

Introduzione

Il corso si propone di illustrare i processi e le tecniche volte a favorire lo sviluppo di un clima comunicativo e collaborativo che incentivi il lavoro di squadra finalizzato al raggiungimento degli obiettivi aziendali.

Il fenomeno a silos, ovvero la mancanza di comunicazione all’interno e i reparti, inter-funzionale, riduce l’efficacia e crea problemi di coesione interna. L’isolamento dei vari reparti determina una cultura nella quale la competitività frena la collaborazione, la comunicazione si riduce e il feedback costruttivo si trasforma facilmente in critica. La comunicazione interna gioca un ruolo fondamentale nelle organizzazioni: è lo strumento che può riuscire a mobilitare le risorse e la motivazione delle persone, convogliandone le energie e gli sforzi in linea con gli obiettivi dell’azienda. Nonostante la comunicazione interna ricopra un ruolo così importante, sono poche le realtà nelle quali essa risponde ad una linea strategica: nella maggioranza dei casi, infatti, vengono realizzate singole azioni di comunicazione in logica reattiva, quando si presenta un momento critico o una specifica circostanza che le richiede.
L’obiettivo del corso è di trasferire le competenze e gli strumenti necessari per superare le barriere comunicative interdipartimentali creando un ambiente di fiducia, circolazione delle informazioni e comunicazione aperta ed efficace.
Il percorso si propone di presentare una visione d’insieme delle logiche e degli strumenti della comunicazione interna, per permettere ai partecipanti di acquisire una visione strategica del fenomeno.

Contenuti sintetici:

  • Lo scenario della comunicazione interna
  • Gestire strategicamente le diverse comunicazioni all’interno di un’organizzazione
  • Costruire una strategia di comunicazione interna
  • Gli strumenti della comunicazione interna
  • Supporti cartacei, informatici, multimediali
  • Piano di gestione intersettoriale delle informazioni

Destinatari

Il percorso si rivolge a responsabili, manager, operatori di funzione, coordinatori e addetti di qualsiasi settore economico, e più in generale a coloro che intendano migliorare le capacità comunicative, superando logiche a silos.
Il percorso è destinato a coloro che per motivi professionali manifestano il fabbisogno di implementare la capacità di comunicazione soprattutto interdipartimentali mediante lo sviluppo diversi supporti (cartacei, informatici e multimediali) funzionali a migliore i flussi e la condivisione di informazioni.
Il gruppo classe può essere costituito da persone di un’unica azienda, inserite all’interno dello stesso team o in dipartimenti diversi. Per agevolare l’interazione e l’apprendimento sarà privilegiata l’erogazione dell’attività formativa in piccoli gruppi.

Modalità di svolgimento dell’azione formativa

L’intervento sarà realizzato nella modalità di Action Learning come metodologia di sviluppo che utilizza i processi di lavoro reale come veicolo di apprendimento.
Il percorso si concentrerà sull’analisi dei processi comunicativi aziendali e dei problemi reali riscontrati, secondo un approccio del problem based learning, basato sull’uso di problemi come punto di partenza per sviluppare nuove abilità e soluzioni.
L’approccio formativo e le metodologie didattiche adottate sono orientate alla massima integrazione tra contributi teorici e modalità attive. Il ricorso a esercitazioni, analisi di casi, simulazioni è adottato con lo scopo di creare un setting che favorisca un apprendimento di immediata trasferibilità nel proprio contesto organizzativo.
A supporto dell’intervento sono previste anche dispense, schede, articoli di approfondimento, griglie di osservazione. Tale materiale sarà predisposto ad hoc dal formatore in base alle esigenze formative e alle richieste specifiche di approfondimento dei partecipanti.
Al momento dell’erogazione delle attività formative del Piano, gli strumenti formativi potranno essere sostituiti da modalità formative erogate attraverso l’ADA – Apprendimento a Distanza Attivo in modalità sincrona, consentendo sia che l’attività possa essere adeguatamente tracciata, sia che siano stampati i relativi report di dettaglio sulle attività svolte e sul tempo di connessione.

Certificazione degli esiti

Sono previsti due momenti di verifica:

  1. per la valutazione delle competenze in ingresso: a inizio percorso, attraverso test di assessment per verificare il livello di conoscenza e le competenze possedute dal partecipante;
  2. prova finale: al termine del percorso formativo sarà organizzata una prova scritta per rilevare il livello di competenza acquisita in esito al percorso. Alla prova avranno accesso solo i discenti che avranno frequentato almeno il 70% del monte ore previsto, verificabili dal registro delle presenze. La prova di valutazione sarà realizzata secondo i principi di oggettività, terzietà, indipendenza, completezza e correttezza metodologica.

Ad entrambe le prove, si applicheranno i seguenti criteri di valutazione:

Prova scritta: Test a risposta multipla con 3 possibilità di scelta costituito da 10 domande;
Valutazione in decimi: 1-10. Criterio di valutazione: prova superata ≥ 6.
Ai discenti che non supereranno la prova finale sarà rilasciato un Attestato di frequenza recante i seguenti elementi: titolo, numero ore totali dell’azione formativa, numero delle ore e dei moduli frequentati dall’allievo, indicazione sullo status di completamento della competenza, esito negativo della prova finale.
Ai discenti che supereranno la prova finale sarà rilasciata l’Attestazione rafforzata.


Condividi:

Facebook
LinkedIn

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Tabella dei Contenuti