Diversità di età: i vantaggi sul posto di lavoro

I vantaggi della diversità di età sul posto di lavoro

Come altre forme di diversità, il miglioramento della diversità di età ha un impatto diretto sul successo della tua organizzazione. L’importanza della diversità di età sul posto di lavoro è dimostrata dai suoi effetti sul coinvolgimento, la fidelizzazione e la motivazione dei dipendenti. 

Alcuni vantaggi della diversità di età.

1. Aumento della produttività 

Forse la più grande dimostrazione di come la diversità di età influisca sul posto di lavoro è la spinta alla produttività di cui godono le aziende. È dimostrato che la diversità di età sul lavoro favorisce una maggiore produttività rispetto a una minore diversità di età. Ad esempio, semplicemente aumentando del 10% la quota di lavoratori più anziani, le aziende possono generare un guadagno una tantum del valore di poco più di un anno di crescita . 

Secondo l’ Organizzazione per la cooperazione e lo sviluppo economico (OCSE) , questo aumento della produttività porta a una serie di vantaggi secondari, tra cui una migliore redditività, prezzi dei prodotti più competitivi, un migliore Employer Branding e l’opportunità di aumentare la quota di mercato.

2. Migliora la diversità delle abilità 

La diversità di età è come qualsiasi altro tipo di diversità: dipendenti di età diverse portano in tavola competenze, esperienze e punti di vista diversi, contribuendo ad aumentare l’innovazione e la risoluzione creativa dei problemi. 

Dipendenti di età diverse portano in tavola diversi set di abilità. Le generazioni più giovani potrebbero essere più abili nei social media e nella tecnologia; le generazioni più anziane offrono leadership, capacità interpersonali e il proprio approccio alla risoluzione dei problemi. La politica della diversità basata sull’età consente alle aziende di sfruttare tutte queste diverse capacità e creare un team che si completi a vicenda. 

3. Crea un business inclusivo

Un’azienda inclusiva è quella che supporta e abbraccia persone di ogni estrazione. L’inclusione sul posto di lavoro è diventata l’aspettativa per i candidati e i dipendenti. Le organizzazioni che enfatizzano l’inclusione di tutte le età, generi e razze sono più innovative , più redditizie e più brave a risolvere i problemi. Le aziende inclusiva hanno più facilità a conoscere i propri clienti , creare prodotti e servizi che soddisfano un’esigenza del mercato e comunicare in modo efficace.

4. Crea opportunità di tutoraggio

La diversità di età rende facile offrire opportunità al tuo team di migliorare le competenze in modo collaborativo. Il tutoraggio intergenerazionale (e il tutoraggio inverso) può portare a uno sviluppo professionale gratificante e aumentare la fidelizzazione dei dipendenti. I lavoratori più giovani che potrebbero essere esperti nei social media e nelle tecnologie emergenti, ad esempio, possono aiutare i lavoratori meno esperti di tecnologia a rimanere aggiornati. Un lavoratore più anziano che ha la saggezza dell’esperienza può assumere un protetto, un allievo o uno stagista. Ciò rafforza la cultura aziendale e la lealtà tra i dipendenti, oltre a contribuire a risparmiare sui costi di formazione formale. 

5. Migliora la fidelizzazione dei dipendenti

Infine, le statistiche sulla diversità di età sul posto di lavoro mostrano che aiuta a migliorare la fidelizzazione dei dipendenti. L’EEOC ha riscontrato una forte correlazione tra età e coinvolgimento dei dipendenti , affermando che “i lavoratori di età pari o superiore a 50 anni hanno i più alti livelli di coinvolgimento sul posto di lavoro”. I lavoratori coinvolti sono lavoratori motivati ​​che tendono a rimanere più a lungo in un’organizzazione. Come risultato della rivalutazione del modo in cui gestire la diversità di età sul posto di lavoro, le organizzazioni beneficiano di minori costi di reclutamento e di conservazione delle conoscenze istituzionali. 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.