Articoli

Smartworking: Lavorare per Obiettivi

corso smartworking
Un lavoro autonomo, svincolato da limiti di tempo e luogo, focalizzato agli obiettivi e alla risoluzione dei problemi implica una cultura profondamente diversa e un differente approccio alla comunicazione e all’interazione con clienti e colleghi.

Durata

24 ore

Introduzione

Secondo il linguaggio comune, per smartworking, o lavoro agile, si intende quello svolto dalla propria abitazione o comunque da un luogo diverso rispetto all’ufficio tradizionale. Ma è molto di più. L’Osservatorio del Politecnico di Milano definisce lo smartworking come «una nuova filosofia manageriale fondata sulla restituzione alle persone di flessibilità e autonomia nella scelta degli spazi, degli orari e degli strumenti da utilizzare a fronte di una maggiore responsabilizzazione sui risultati».

Un lavoro autonomo, svincolato da limiti di tempo e luogo, focalizzato agli obiettivi e alla risoluzione dei problemi implica una cultura profondamente diversa e un differente approccio alla comunicazione e all’interazione con clienti e colleghi. Un approccio costruttivo, pragmatico, volto a trovare convergenze e ad evitare conflitti, che costituiscono una perdita di tempo e di energia rispetto alla realizzazione dei nostri obiettivi professionali e del nostro benessere personale.

Questo percorso è articolato in tre parti. Mi riprometto di spiegare come il benessere delle persone e dell’ambiente va di pari passo con l’efficienza delle aziende e viceversa.

La prima parte è dedicata ai vantaggi ambientali, economici e sociali che lo smartworking ci sta offrendo.

Nella seconda parte mi dedico invece al diverso modello di management necessario a promuovere questa nuova visione.

Nella terza parte mi rivolgo direttamente ai lavoratori fornendo suggerimenti pratici per sfruttare nel modo migliore questa opportunità, che richiede responsabilità, disciplina e impegno.

Descrizione del corso

Il percorso è finalizzato a sviluppare le competenze di pianificazione e organizzazione attraverso l’applicazione di metodologie e strumenti efficaci utili nel lavoro agile.
L’intervento formativo si propone di potenziare le skill individuali e favorire l’apprendimento di metodologie di organizzazione del lavoro e del tempo per affrontare in maniera consapevole la modalità di lavoro smart. Sempre più aziende e persone scelgono lo smartworking come modalità di lavoro flessibile, da compiere in qualsiasi spazio, contesto e tempo con libertà da parte del lavoratore. Le condizioni generalmente sono sì create dall’azienda, con precise leggi e regole da seguire, ma in gran parte è lo smart worker a dover fare delle scelte rispetto al dove, quando e come lavorare. La gestione di questa modalità flessibile non è sempre facile: per fare in modo che le risorse di tempo e energie non vengano disperse è necessario impostare un’organizzazione che permetta di gestire al meglio entrambi gli ambiti, senza soccombere.
Il corso si propone di trasferire metodologie efficaci per l’organizzazione dello spazio di lavoro; la pianificazione di un flusso di lavoro funzionale; strutturare un lavoro condiviso proficuo e collaborazioni efficaci ed efficienti; migliorare la gestione del tempo. L’obiettivo del percorso è aiutare i nuovi smartworker, indipendentemente dal ruolo svolto, a stabilire le regole organizzative più appropriate.
Al termine del percorso i partecipanti saranno in grado di operare in un’ottica di collaborazione e interfunzionalità in ottica di raggiungimento degli obiettivi.

Contenuti sintetici:

  • Smart working: la persona al centro dell’organizzazione
  • Work-life balance e smartworking
  • Cultura del Lavoro Agile
  • Time management nei contesti smart
  • Lavorare per obiettivi

Destinatari

Il percorso si rivolge a responsabili, manager, coordinatori, capireparto, personale
impiegatizio, di qualsiasi settore economico
, e più in generale a coloro che svolgono da
remoto e che necessitano di acquisire metodologie efficaci per l’organizzazione dello spazio
di lavoro; la pianificazione di flusso di lavoro funzionali; strutturare un lavoro condiviso
proficuo e collaborazioni efficaci ed efficienti; migliorare la gestione del tempo.
Il percorso è destinato a coloro che per motivi professionali manifestano il fabbisogno di
implementare la capacità di pianificare e organizzare i compiti al fine di adempiere le
responsabilità del lavoro in modo soddisfacente entro un dato tempo e in modo appropriato
per un ambiente e una situazione complessi adottando tecniche e strumenti adeguati per
ottimizzare le attività, rispettare le scadenze, essere produttivi.
Il gruppo classe può essere costituito da persone di un’unica azienda, inserite all’interno
dello stesso team o in dipartimenti diversi. Per agevolare l’interazione e l’apprendimento
sarà privilegiata l’erogazione dell’attività formativa in piccoli gruppi.

Modalità di svolgimento dell’azione formativa

L’intervento sarà realizzato nella modalità di Action Learning. L’approccio formativo e le
metodologie didattiche adottate saranno orientate alla massima integrazione tra contributi
teorici e modalità attive. L’approccio utilizzato è prevalentemente induttivo: i partecipanti
svilupperanno le abilità di organizzazione attraverso la pianificazione guidata. Il percorso si
concentrerà sui processi di lavoro a distanza attraverso un’attenta analisi al fine di
individuare aree critiche e di miglioramento.
Sarà privilegiato l’approccio del problem based learning, basato sull’uso di problemi come
punto di partenza per l’acquisizione di nuove competenze. Durante l’attività i partecipanti
avranno la possibilità di esercitarsi sui metodi e strumenti di pianificazione con il duplice
obiettivo di: mettere direttamente in pratica quanto appreso; acquisire strumenti e definire
soluzioni condivise immediatamente trasferibili sul lavoro.·Sono previsti: analisi dei punti
forti e punti deboli nella gestione del proprio tempo, esercitazioni e simulazioni su
metodologie per definire le priorità, tempo e comunicazione.
A supporto dell’intervento sono previste anche dispense, schede, articoli di
approfondimento, Best Case.
Al momento dell’erogazione delle attività formative del Piano, gli strumenti formativi
potranno essere sostituiti da modalità formative erogate attraverso l’ADA – Apprendimento
a Distanza Attivo in modalità sincrona, consentendo sia che l’attività possa essere
adeguatamente tracciata, sia che siano stampati i relativi report di dettaglio sulle attività
svolte e sul tempo di connessione.

Certificazione degli esiti

Sono previsti due momenti di verifica:

  1. per la valutazione delle competenze in ingresso: a inizio percorso, attraverso test di
    assessment per verificare il livello di conoscenza e le competenze possedute dal
    partecipante;
  2. prova finale: al termine del percorso formativo sarà organizzata una prova scritta per
    rilevare il livello di competenza acquisita in esito al percorso. Alla prova avranno accesso
    solo i discenti che avranno frequentato almeno il 70% del monte ore previsto, verificabili dal
    registro delle presenze. La prova di valutazione sarà realizzata secondo i principi di
    oggettività, terzietà, indipendenza, completezza e correttezza metodologica.
    Ad entrambe le prove, si applicheranno i seguenti criteri di valutazione:
    Prova scritta: Test a risposta multipla con 3 possibilità di scelta costituito da 10 domande;
    Valutazione in decimi: 1-10. Criterio di valutazione: prova superata ≥ 6.
    Ai discenti che non supereranno la prova finale sarà rilasciato un Attestato di frequenza
    recante i seguenti elementi: titolo, numero ore totali dell’azione formativa, numero delle ore
    e dei moduli frequentati dall’allievo, indicazione sullo status di completamento della
    competenza, esito negativo della prova finale.
    Ai discenti che supereranno la prova finale sarà rilasciata l’Attestazione rafforzata.

Condividi:

Facebook
LinkedIn

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Tabella dei Contenuti